V Edizione Premio “Unirsi per l’impresa”: vince Earthfront!

Siamo orgogliosi di annunciare che Earthfront è la vincitrice della V Edizione del Premio “Unirsi per l’Impresa”, per la categoria Premio Speciale Regione Lazio. Di fronte a una prestigiosissima giuria, il nostro progetto “Adaptive Guardian Technology" ha superato un’agguerrita concorrenza aggiudicandosi l’accesso al percorso Go to Market per lo sviluppo d’impresa, comprensivo di specifiche consulenze specialistiche, altri tipi di servizi volti ad accelerare la crescita dell’impresa nel difficile periodo di startup e il prestigio che deriva da una vittoria in un palcoscenico così importante.

Il premio “Unirsi per l’Impresa” di Unindustria (Unione degli Industriali e delle Imprese), in collaborazione con Regione Lazio e Lazio Innova (società in house della Regione Lazio di innovazione, credito e sviluppo economico), è dedicato alle startup. Ha lo scopo di sostenere la crescita delle imprese innovative, attraverso la partnership con il sistema manifatturiero e dei servizi e si propone come importante volano per la crescita economica del sistema produttivo laziale e della competitività sul mercato nazionale ed internazionale.

mare inquinato

Earthfront è stata considerata la più convincente e promettente tra le quarantuno aziende in corsa per il premio. Il primo posto nelle votazioni online, grazie al maggior numero di interazioni con gli utenti, è stato confermato dalla giuria al termine di una sessione di pitch di tre minuti tra le dieci finaliste di categoria. La prestigiosa giura composta dal Presidente di Unindustria Filippo Tortoriello, dall’Assessore della Regione Lazio Paolo Orneli, dal Direttore della LUISS Giovanni Lo Storto, dal Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria con Delega Start up Innovative Giulio Natalizia, da Laura Santarelli Project Manager - Startups & open Innovation di Lazio Innova, da Sabrina Boifava WEU Start Lab & Development Programs di Unicredit Startlab e dal Vice Direttore Generale di Zeta Consulting Francesco Tomaselli, ha riconosciuto la credibilità e l’urgenza degli scopi che il progetto “Adaptive Guardian Technology” si propone di raggiungere. La drastica riduzione della quantità di macro e microplastica sversata negli oceani dai corsi d’acqua è un obiettivo che non può rendere indifferenti in un contesto politico-imprenditoriale che deve necessariamente guardare alla green-economy come grande risposta alle sfide dei prossimi decenni.

Sostenibilità, tecnologia, dimensione internazionale, entusiasmo, sono gli ingredienti che hanno permesso al nostro progetto di imporsi e che rappresentano la base che ci permette di guardare ai prossimi mesi con ottimismo e voglia di continuare a stupire, e a stupirci. Attualmente il nostro team è impegnato in alcune trattative a livello regionale e nazionale. Speriamo che questa vittoria rappresenti la definitiva consacrazione di un progetto nato come sogno, ma sempre più realtà. Ed è nel segno di questa determinazione che Earthfront ha ultimamente deciso di espandere il brevetto dell' “Adaptive Guardian Technology" a livello europeo, per renderlo competitivo su scala internazionale.